Aggiornato 15 febbraio 2016

 

Capriasca Ambiente fa parte dell'Alleanza:

logo alleanza 

Giornata della mela


Programma dettagliato clicca: Giornata_della_mela_2006.pdf

Programma dettagliato clicca: Giornata_della_mela_2007.pdf

Programma dettagliato clicca: Giornata_della_mela_2008.pdf 

Giornata della mela 2009

Sabato 24 ottobre 2009, si è tenuta presso la fattoria La Fonte a Vaglio la quarta edizione della giornata della mela, organizzata dall'associazione Capriasca Ambiente e dal gruppo ProFrutteti. Dopo il successo riscosso negli anni precedenti abbiamo proposto una giornata pubblica tutta dedicata all'affascinante mondo delle antiche varietà di mela, alla straordinaria diversità delle varietà tipiche delle nostre campagne, ai loro usi, nomi e leggende. La giornata della mela è stata l'occasione per presentare i frutti di un progetto di salvaguardia delle antiche varietà e valorizzazione dei loro prodotti, promosso da Capriasca Ambiente e finanziato dall'Ufficio federale dell'agricoltura. Abbiamo pure esposto le apparecchiature per la produzione di succo di mela e, guidati da esperti del settore, abbiamo organizzato la visita dei vecchi frutteti della Capriasca e il nuovo meleto iscritto nella rete nazionale dei frutteti di conservazione. Non sono mancate le bancarelle con prodotti tipici legati al tema delle mele, il concorso di disegno "il mondo in una mela" al quale hanno partecipato le classi del 1° e 2° ciclo delle scuole elementari della Capriasca. L'evento è stato allietato dal gruppo musicale "Ratatagnöl".

Programma dettagliato clicca: Giornata_della_mela_2009.pdf

DSC_0045_Small-1 DSC_0072_Small-1 DSC_0131_Small-1 DSC_0097_Small-1

 

Giornata della mela 2010

Sabato 16 ottobre 2010 si è tenuta la quinta edizione della Giornata della mela. Organizzata dall'associazione Capriasca Ambiente con la collaborazione dell’azienda agricola La Fonte (che da sempre ospita questa manifestazione) grazie all’entusiasmo del gruppo Pro Frutteti e del Consorzio Alambicco di Vaglio e con la partecipazione dell'Associazione Frutticoltori Ticinesi, sostenuta dalla Banca Raiffeisen di Tesserete, ha riscosso, malgrado il tempo incerto, notevole successo di pubblico. L’affascinante mondo delle antiche varietà di mela, la straordinaria diversità delle varietà tipiche delle nostre campagne, i loro usi, nomi e leggende sono state ancora una volta al centro delle attenzioni dei partecipanti grazie alla mostra molto ben concepita e al concorso di riconoscimento delle varietà di mele. Ma che l’hanno fatta da padrona quest’anno sono i prodotti derivati dalla lavorazione delle mele; dallo squisito succo di mele, alla preziosa grappa ottenuta con mele estive della pieve, il tutto accompagnato dalla dimostrazione del funzionamento del torchio e dell’alambicco e dalla degustazione dei prodotti ottenuti. Per pranzo i gustosi ravioli alle mele preparate dalla Fondazione Diamante ed altre prelibatezze hanno soddisfatto i palati più esigenti. E la “ciliegina sulla mela” è stata la premiazione del miglior succo di mele; miglior succo scelto da degustatori professionisti. Complimenti ai vincitori: 1° Bernasconi Luciano – Camignolo; 2° Petrini Renzo – Comano; 3° Bianchetti Stefano – Malvaglia La bella giornata allietata dal gruppo musicale “tri x dü”, è terminata in azienda, al coperto (fuori pioveva), con lo spettacolo dei “Sugo d’inchiostro” che ha fatto la gioia, non solo, dei più piccini.

Programma dettagliato clicca: Giornata_della_mela_2010.pdf 


Torchio artigianale per la produzione di succo di frutta

Dopo i successi della Giornata della Mela, ProFrutteti è riuscito a concludere positivamente le trattative per creare un centro artigianale per la produzione di succhi di frutta, dotato di un piccolo torchio e delle apparecchiature aggiuntive. Gli impianti per la produzione sono stati sistemati presso la Fattoria della Fondazione La Fonte a Vaglio. Questa importante iniziativa è stata sostenuta finanziariamente dalla Regioni Valli di Lugano, da Capriasca Ambiente, dalla Fondazione La Fonte, dai comuni di Capriasca, Lugaggia, Origlio, Lugano e non da ultimo dall’Ufficio Federale dell’Agricoltura. Il torchio artigianale è attivo dal 2008. Annualmente vengono prodotti circa 10'000 l di succo. Il progetto è economicamente sostenibile e viene realizzato in collaborazione con gli utenti della fattoria protetta La Fonte. Il carattere sociale dell’iniziativa, che mira soprattutto alle piccole produzioni, vuole incoraggiare la valorizzazione del frutto, favorendo la conservazione e la coltivazione delle antiche varietà dei vecchi meli ancora presenti sul nostro territorio. Si potrà dunque consegnare anche piccole quantità (minimo 50 kg di frutta), per ottenere circa 30-35 litri di puro succo di mele secondo la varietà. Il succo sarà pastorizzato e consegnato imbottigliato nei pratici bag-in-box da 5 litri e si conserva per un anno.

Il torchio resterà in funzione fino a fine stagione e gli orari di apertura saranno adattati anno per anno. Inizialmente la lavorazione è stata accentrata il giovedì e venerdì. Il responsabile accetterà solamente su appuntamento mele pulite, senza terra o altri residui. Il succo potrà essere ritirato la settimana seguente, sempre presso la Fattoria la Fonte a Vaglio.

Chi volesse trasformare i propri frutti in un buon succo di mele, può annunciarsi sin d’ora al responsabile, Giovanni Marx, al numero telefonico 079 405 18 54.

Chi volesse offrire i frutti delle proprie piante può contattare Capriasca Ambiente la quale produrrà del succo il cui ricavato andrà esclusivamente a favore di progetti rivolti alla protezione e cura di antiche varietà di alberi da frutto.

DSCN3114-1_Small DSCN3117-1_Small DSCN3129-1_Small DSCN1855-1_Small


Didatti
ca

ProFrutteti promuove la sensibilizzazione dei giovani attraverso percorsi didattici verticali per le scuole (dalla scuola dell’infanzia fino al liceo). Durante questi incontri si organizzano anche gite nei frutteti, raccolta di frutti e visita agli impianti del torchio artigianale, dove i giovani avranno modo di produrre del succo di mele. Scopo principale è quello di avvicinare i ragazzi alle risorse agricole del loro territorio, evidenziando l’importanza della conservazione e valorizzazione. Il progetto educativo “laboratorio del gusto” è stato invece concepito con l’obiettivo di avvicinare i bambini alla scoperta della mela tramite l’approccio dei sensi: non solo il gusto, ma anche la vista e il tatto. Sono state inoltre elaborate delle schede descrittive semplificate per insegnare ai giovani un primo approccio con il mondo della pomologia.